Blog

Informazioni utili

MACCHIE CUTANEE!!
Le macchie cutanee sulla pelle del viso o del corpo si evidenziano dopo una prolungata esposizione al sole … che determina un ‘alterazione della pigmentazione della cute …. È un effetto distorto della melanogenesi, cioè la formazione di melanina, il pigmento che dà la colorazione scura alla pelle. Spesso capita che la melanina non si distribuisca uniformemente, ma si concentri in determinate aree, formando appunto delle macchie, le cosiddette iperpigmentazioni… Si stima ne soffra una donna su tre sopra i 40 anni, con un progressivo aumento delle fasce più giovani, tra i 20 e i 30. Conoscere i fattori di rischio e l’importanza della diagnosi precoce diventa prioritario, per inquadrare il problema e affrontarlo con la metodologia più adeguata. ​ Vediamo caratteristiche e fattori scatenanti dei principali tipi di macchie cutanee: Melasma, o macchie solari sono gli inestetismi più diffusi. La causa principale per tutte è un’esposizione esagerata e poco protetta al sole, che stimola la produzione della melanina in eccesso determinando delle macchie marroni sul viso di color nocciola , colpiscono principalmente donne tra i 30 e 40 anni soprattutto se si assume estrogeni ( pillola anticoncezionale)… o in caso di alterazioni ormonali e gravidanza (proprio per questo il melasma viene definito anche maschera della gravidanza). ​ macchie cutanee senili….. queste macchie solari compaiono sulla pelle del viso, del decolleté, del dorso delle mani e, in generale, delle zone più esposte ai raggi solari. Si manifestano solitamente dopo i 40 anni e tendono a diventare più numerose con l’avanzare dell’età. Si presentano sotto forma di macchioline di colore bruno dalla forma circolare e sono dovute al foto-invecchiamento della pelle e alla prolungata esposizione ai raggi solari nel corso degli anni...
Come ridurle ed eliminarle
Quando vi è la comparsa di queste discromie - che oltre ad essere antiestetiche possono avere un effetto negativo anche sull’autostima - è normale porsi la questione di come eliminare le macchie solari dal viso. … I trattamenti per la riduzione del melasma , sono molteplici…ed ogni caso va valutato singolarmente per un approccio terapeutico personalizzato. Il trattamento prevede l’utilizzo di prodotti cosmetici specifici come creme depigmentanti e schiarenti che hanno la capacità di agire a livello degli accumuli di melanina : sostanza come B Resorcinolo, l’Acido Glicolico ed il Rucinolo sono le sostanze più efficaci …Per aumentarne l’efficacia si possono utilizzare anche gel a base di Fosfolipidi che sono potenti ristrutturanti.-- Accanto ad un trattamento cosmetico con creme e gel , è utile ed in alcuni casi indispensabile associare un trattamento di medicina estetica non Invasiva come ad esempio Peeling chimici a base di Acido Glicolico od Acido Tricloracetico…Micro Derma Abrasione e Luce Pulsata.
Attenzione
L’ iperpigmentazione della pelle può essere anche la spia di malattie sistemiche importanti (squilibri ormonali possono determinare macchie cutanee)…come ad esempio nella sindrome dell’ovaio policistico, nella malattia di Addison, nell’iperprolattinemia, nel diabete e nelle tiroidi autoimmuni....
La Prevenzione!
La prevenzione delle macchie cutanee deve iniziare già in giovane età. Difatti, fin da giovani è buona regola applicare sempre sulla cute creme protettive con filtri solari, non solamente prima di una prolungata esposizione al sole (dato che i raggi UV sono sempre presenti, anche durante i mesi freddi). Infatti, senza un'adeguata protezione cutanea durante l'esposizione solare, si favorisce la comparsa di discromie cutanee sia a breve (melasma) che lungo termine (lentigo senili o macchie senili). Applicando con regolarità una crema protettiva sulla pelle, il rischio di subire un invecchiamento cutaneo precoce si riduce; di conseguenza, la comparsa del melasma e delle lentigo senili in età adulta sarà meno probabile….. Hai già macchie cutanee???? Nessun problema….affidati a mani esperte…e professionali con trattamenti di Medicina Estetica non Invasiva!!!! Vuoi una valutazione e prova gratuita ????
Invecchiamento e formazione di rughe della pelle del viso
Quando parliamo dell’invecchiamento e della formazione di rughe della pelle in generale ed in modo più specifico della pelle del viso, dobbiamo iniziare tale argomento cercando di capire cosa determina tale invecchiamento e come è possibile rallentare questo processo naturale. La principale causa dell’invecchiamento cutaneo che si evidenzia con PERDITA DI TONO, inizio della formazione delle RUGHE di espressione, perdita di Luminosità ( la pelle appare più “spenta”), è determinato dalla riduzione e formazione di cellule che si chiamano FIBROBLASTI. I fibroblasti sono cellule che si trovano nel derma umano, lo strato intermedio della pelle, che si trova, a mo’ di “cuscinetto”, tra l’epidermide (la parte più superficiale) e l’ipoderma o sottocute (la parte più profonda). Tali cellulle hanno un compito ben preciso: produrre collagene ed elastina, sostanze proteiche necessarie a mantenere elastica e compatta la pelle…..Sono numerosissimi e producono molte sostanze nel primo periodo della vita e purtroppo con il passare del tempo diminuiscono di numero e della loro capacità di produzione. Questa è la ragione per cui la pelle invecchia, perde tono e si formano segni di espressione e rughe.. Questo declino fisiologico non avviene con gli stessi tempi in tutti gli esseri umani. Sono diversi i fattori che possono favorire una precoce atrofia dei fibroblasti Tra le cause esogene che possono danneggiare i fibroblasti ci sono l’eccessiva esposizione al sole, il fumo, un’alimentazione povera di acqua e di alimenti ricchi di antiossidanti come minerali e vitamine e ricca di zuccheri, sedentarietà (con conseguente scarsa ossigenazione), assunzione di farmaci. I fibroblasti che interessano più direttamente la salute della pelle (e del derma) sono il COLLAGENE TIPO I e il COLLAGENE TIPO III. Nelle persone giovani prevale il collagene tipo III quello detto RETICOLARE, che diminuisce con l’avanzare dell’età, lasciando il posto al collagene tipo I detto FIBROSO tipico della pelle invecchiata e/o danneggiata. Come possiamo aiutare la nostra pelle??? Aiutare la nostra pelle significa innanzi tutto ridurre od eliminare le cause del suo invecchimanto….: · Evitare il sole.E ‘ la causa n°1 delle rughe. Ci sono decine di studi che documentano l’aggressività del sole sulla nostra pelle. Indossare una protezione solare. Se ci si deve esporre al sole, bisogna proteggersi, sempre, con una protezione solare adeguata. Essa vi proteggerà dal cancro della pelle , e aiuterà, nello stesso tempo, a prevenire le rughe.E’ fondamentale proteggersi con creme con fattore di protezione anche nel periodo invernale e non solo nel periodo estivo; · Non fumare. Sempre più studi confermano che il fumo invecchia la pelle, soprattutto con il rilascio di un enzima che scompone il collagene e l’elastina, componenti importanti della pelle · Usare occhiali se si hanno problemi di vista in generale o nella lettura. Infatti, sforzare gli occhi quando si legge, risulta un movimento ripetitivo giornaliero, che strapazza i muscoli facciali, formando una scanalatura sotto la superficie della pelle. Questo solco, alla fine diventa una ruga. Altrettanto importante è indossare occhiali da sole. Servirà a proteggere la pelle intorno agli occhi dai danni del sole ed eviterà di tenere gli occhi socchiusi, corrugando il viso. ​ · Mangiare più frutta e verdura. La frutta è ricca di antiossidanti. Questi combattono i danni causati dai radicali liberi (molecole instabili che possono danneggiare le cellule), danno alla pelle un aspetto più giovane e luminoso, proteggono da alcuni effetti del photoaging. · Consumare cacao . Il cacao contiene alti livelli di due flavanoli alimentari (epicatechina e catechina) che proteggono la pelle dai danni del sole, favoriscono una migliore circolazione nelle cellule della pelle, idratano, e rendono la pelle più liscia . ​ Quali sono i trattamenti per ridurre e prevenire le rughe e l’invecchiamento cutaneo? ​ Dobbiamo prenderci cura ogni giorno della nostra pelle…soluzioni cosmetiche con creme idratanti e fattori di protezione solare danno una protezione esterna minima e superficiale. ​ Oggi le tecnologie biomedicali utlizzate in Medicina Estetica non invasiva permettono una stimolazione profonda dei nostri fibroblasti …trattamenti come : · LUCE PULSATA : · RADIOFREQUENZA · MICRODERMABRASIONE…ci aiutano a ridurre e prevenire la formazione di rughe e donano tonicità e luminosità alla pelle del nostro viso contrastando l’invecchiamento cutaneo… Con la mesoterapia senza aghi ( elettroporazione) è possibile far penetrare per via transdermica sostanze come acido ialuronico, collagene ed elastina determinando un notevole nutrimento alla nostra pelle… Per una valutazione e prova gratuita di Medicina Estetica non Invasiva…… Clicca qua: 👉 https://www.fisioterapiarossi.com/promozioni ​ ​ ​ ​ ​
La cellulite
La cellulite rappresenta uno dei disturbi più diffusi tra le donne di tutto il mondo. . Quando si parla di cellulite è molto importante comprendere che si tratta di una vera e propria patologia e non di un semplice disturbo che “va e viene”. Definire in poche parole la cellulite è davvero complesso. «Sintetizzando, si può dire che inizia come un banale inestetismo per diventare via via, se non curata, una malattia infiammatoria e degenerativa dei tessuti. I sintomi sono diversi e vanno dal gonfiore alle soffici increspature della cute, per poi progredire in piccole granulosità sempre più dure, visibili e talvolta dolorose al tatto» Un inestetismo tutto femminile ​ Ma come e perché nasce questo processo “effetto valanga”? «La cellulite si forma a causa di un vero e proprio inquinamento dei tessuti e della riduzione dell’ossigenazione dovuta alle alterazioni del microcircolo, delle cellule adipose e della matrice interstiziale» Colpisce il sesso femminile indipendentemente dalla costituzione corporea; infatti la cellulite può essere presente anche il donne con corporazione minuta e scolpiti dalla attività fisica.. ​ Cause Le cause che determinano l'insorgere della cellulite possono essere di diversa natura. Questo fastidioso inestetismo può dipendere, infatti, non solo da uno stile di vita poco sano ma anche da fattori genetici ereditari e da squilibri ormonali. Le cause più comuni sono: Fattori genetici, dovuti alla tendenza più o meno marcata di accumulare tessuto adiposo Alimentazione scorretta, che può condizionare il metabolismo futuro fin da bambini Fattori ormonali, dovuti ad eccesso di estrogeni che faciltano la ritenzione idrica Assunzione di farmaci, come la pillola anticoncezionale Stress e nervosismo Sedentarietà e scarsa attività fisica Problemi di microcircolazione ​ ​ ​ ​ A seconda della gravità esistono diversi tipi di cellulite: 1. Cellulite edematosa È il primo stadio e dà sintomi come gambe e piedi gonfi e pesanti per la stasi causata dall’insufficienza venosa e linfatica. È caratterizzata da tessuti poco tonici e dalla presenza di avvallamenti in cui il tessuto cellulitico è ricco d’acqua. Aspetto: tipica buccia d’arancia, non troppo evidente, con leggere increspature. ​ 2. Cellulite adiposa È una cellulite calda al tatto e compatta ed è spesso associata al sovrappeso. Il lato positivo: gli accumuli di grasso a volte tendono a nascondere la buccia d’arancia, poiché rendono la superficie cutanea più tesa. Aspetto: gambe e/o altri distretti corporei, per esempio glutei, addome, fianchi, con pelle a lieve effetto materasso. 3. Cellulite fibrosa È uno stadio molto avanzato della cellulite ed è caratterizzato da piccoli granuli sottocutanei e indurimento dei tessuti. La cute colpita dalla pannicolopatia in questa fase risulta fredda e duole quando la tocchi. Aspetto: pelle a materasso molto evidente e con nodulini visibili. Come possiamo ridurre od eliminare questo fastidioso inestetismo? Il primo obbiettivo è quello di ridurre le cause multifattoriali che determinano l’insorgenza della cellulite… Una alimentazione sana con una adeguata attività fisica possono portare ad un lieve miglioramento … Necessario un buona assunzione di acqua …circa 2 litri al giorno per combattere la ritenzione idrica. Scari risultati si ottengono con trattamenti cosmetici ad azione lipolitica e drenante… Un Buon risultato si ottiene con trattamenti di MEDICNA ESTETICA…cosaa ben diversa dai classici trattamenti estetici…